Spinaci: le proprietà per diventare come Braccio di Ferro
Mar201319

Se L’Uomo Nero è una delle figure più temute dai bambini, se le verdure rischiano sempre di essere causa di pianti e furibonde querelle con i vostri bambini, quando si tratta di spinaci le minacce non servono. Vi occorrerà piuttosto dire “Mangiali e diventerai come Braccio di Ferro” per far tornare la pace in tavola. È bene dunque affermare che gli spinaci forse non renderanno capace nessuno di imprese titaniche, ma le loro qualità sono innegabili e il loro alto contenuto di ferro (secondo solo alle lenticchie), li rende velocemente assimilabili e gustosi.
Ma quali sono tutte le proprietà degli spinaci?
Anche se ricchi di acido ossalico, gli spinaci forniscono una buona dose di vitamina C, carotenoidi, acido folico, clorofilla e luteina. Grazie a queste qualità e alle proprietà antiossidanti, gli spinaci sono un alimento particolarmente consigliato per la tutela e la salute degli occhi e soprattutto per le donne in gravidanza. Acquistare spinaci è facile e veloce, nei nostri supermercati siamo abituati a vederli in foglia e a cubetti nel reparto surgelati, eppure è auspicabile acquistarli freschi per non disperdere le considerevoli proprietà sopra citate. Un consiglio? Gli spinaci si trovano tutto l’anno, eppure quelli primaverili sono i migliori, poiché grazie al sole e al caldo riescono ad acquistare le proprietà nutritive che li rendono l’alimento prediletto di Popeye dal 1929.
La cottura consigliata dai nutrizionisti è chiaramente quella al vapore che permette di conservare le proprietà nutritive, o al massimo una leggera sbollentatura: cucinarli in padella con l’aggiunta di burro dona certamente agli spinaci un gusto appetibile, ma che fa disperdere tutti i benefici. Gli spinaci hanno lunghe foglie verdi e poco invitanti per i bambini, ecco qualche consiglio per preparare dei piatti adatti anche ai più piccoli. Con una semplice frittata di spinaci, magari cotta al forno farete un figurone. Anche la minestra verde, da introdurre intorno al primo anno d’età, è un ottimo piatto che piace ai bambini: preparate un brodo vegetale con carota zucchina e cipolla, togliete le verdure una volta fatto e aggiungete gli spinaci. Dopo 10 minuti scarsi di ebollizione nel brodo, spegnete e frullate il tutto. Rimettete sul fuoco, fatevi cuocere la pastina. Irresistibili poi le polpette verdi: cuocete le foglie al vapore, e senza strizzarle mescolatele a del pane raffermo sbriciolato, un uovo, sale e un pizzico di noce moscata. Se il composto risulta molto liquido aggiungete della farina, e formate poi delle polpettine, che ripasserete nella farina di mais (la polenta precotta va benissimo), in modo che prendano un colorito giallo-dorato. Friggete o cuocete al forno.
Recentemente l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), ha lanciato un allarme sull’alto contenuto di nitrati negli spinaci. I nitrati sono sostanze naturali presenti nel suolo, che vengono assorbite dalle verdure, anche se spesso concimi e additivi usati in agricoltura ne amplificano le quantità. Evitate dunque dosi troppo massicce per i bambini tra gli 1 e 3 anni, perché non vengano esposti a concentrazioni di nitrati troppo alte. Niente di cui preoccuparsi comunque, le dosi devono essere inferiori a 200 grammi al giorno. Insomma, come per ogni alimento, anche gli spinaci vanno assunti nella giusta misura.

[Fonte: Lastampa.it – Foto by desegura89 on Flickr.com]