Sei forte papà, ecco perché
Apr201324

L’istinto di maternità è infallibile. La mamma è sempre la mamma. Nessuno ci conosce come la mamma e chi più ne ha più ne metta. Le mamme sono sempre elogiate, capite, ricordate e i papà spesso passano inosservati, ma il loro istinto è pari a quello delle madri, nonostante spesso il tempo trascorso con i propri figli è minore rispetto a quello delle loro compagne. Il sesto senso dei papà è sorprendente: sono capaci di riconoscere il pianto del loro figlio tra migliaia di altri, sono in grado di capire i loro figli talvolta anche meglio delle mamme. Secondo una ricerca dell’Università di Saint-Etienne, pubblicata su Nature Communications, il sesto senso in questione non varia a seconda del sesso, bensì dal tempo che un genitore trascorre col proprio bambino. Il team ha registrato il pianto di 29 piccoli fra i 58 e i 153 giorni di vita, di nazionalità francese e congolese per verificare la presenza di eventuali differenze culturali fra europei e africani. In ambo i casi le madri sono state accurate nel 98% nel capire in quale delle cinque registrazioni scelte si nascondeva quella del pianto del loro bambino. Una percentuale che scende di poco, circa al 90%, per i papà abituati a prendersi cura del bimbo per molto tempo ogni giorno. I ricercatori hanno spiegato: “Le mamme e i papà sono equamente abili nel riconoscere il pianto del loro bambino in mezzo ad altri. Il fattore cruciale è solo la quantità di tempo che trascorrono col bebè”.

[Fonte: Lastampa.it – Foto di GerryT on Flickr.com]