Rileggere la stessa storia più volte è importante, ecco perché
Giu201305

C’era una volta… e vissero tutti felici e contenti. Queste due formule accompagnano tutte le storie che ci hanno appassionati da bambini e che a loro volta appassionano da sempre i bambini. Le favole sono un momento importantissimo di condivisione e di intimità che piace ai più piccoli, uno spazio immancabile a cui non si può e non si deve rinunciare. Spesso però i bambini amano particolarmente una favola, una soltanto o almeno per un lungo periodo sembra che vogliano ascoltarne solo una e i motivi sono diversi e importanti. Leggere e rileggere una storia occorre ai bambini per comprenderla meglio, per scoprire dettagli sempre nuovi. Se dapprima Cappuccetto Rosso può spaesarli e spaventarli, dopo vari step comprenderanno che la loro eroina si salverà e salverà addirittura la nonna dalle grinfie del lupo cattivo.
Per i più piccoli anche le parole sono importanti e ascoltarle e riascoltarle permetterà loro di comprenderle appieno qualora non conoscessero il significato. Ugualmente importante è reinterpretare le favole, magari raccontandole senza l’ausilio del libro, così da regalare dettagli nuovi e inediti, interpretandole e usando sinonimi.
Come diceva Daniel Pennac “Rileggere non è ripetersi, ma dare una prova sempre nuova di un amore instancabile”.

[Fonte: Pianetamamma.it – Foto by Mike Babcock on Flickr.com]