Problemi di udito nei bambini: la diagnosi precoce è fondamentale
Mar201326

Vostro figlio ascolta la televisione ad alto, altissimo volume? Un suono brusco e forte non è capace di attirare la sua attenzione? Ha delle difficoltà a rispondere correttamente alle vostre domande? A questi e ad altri quesiti, risponde un’iniziativa istituita dall’Associazione Sentire e Crescere Onlus, in collaborazione con l’Ospedale San Paolo Università di Milano, che consentirà la valutazione audiologica dei bambini. La Onlus Sentire e Crescere offrirà la possibilità di un controllo completo a tutti i bambini che non hanno superato lo screening uditivo alla nascita, inoltre – ascoltando il parere di genitori, insegnanti e figure importanti nella vita dei piccoli – tutti i soggetti di cui si sospetta un deficit uditivo, verranno accolti e visitati alla stregua degli altri pazienti. L’associazione poi si occupa di approfondire la situazione audiologica nel caso di malformazioni craniofacciali, prestando attenzioni e cure anche di bambini con lievi deficit uditivi legati alla presenza di effusioni catarrali.
L’Associazione Sentire e Crescere, dunque, prende a cuore i problemi uditivi più o meno lievi dei vostri bambini e vi invita ad effentuare controlli regolari ed esami specifici, per una corretta gestione terapeutica dell’ipoacusia. Ecco come la onlus descrive il proprio operato: “Lo scopo della nostra associazione è prevenire con diagnosi e trattamento precoci le conseguenze della deprivazione uditivo-sensoriale sul normale sviluppo del linguaggio, sulle capacità di apprendimento, sulle performance scolastiche, sull’autostima e sulla crescita del bambino nel suo complesso. Bastano pochi segnali per identificare un problema uditivo che necessita di valutazione specialistica audiologica ed audiometrica”.
Per ulteriori informazioni, questo è il sito ufficiale dell’Associazione: www.sentirecrescere.org

[Fonte: Corriere.it – Foto by woodleywonderwork on Flickr.com]