Primavera: i giochi all’aria aperta sono un toccasana
Apr201310

Anche se il sole sembra ancora intimidito e le giornate non hanno il profumo di primavera, è bene rendersi conto che la bella stagione è arrivata e che le temperature si alzeranno prestissimo. Per questa ragione, abbandonate le automobili e impugnate il manubrio di una bicicletta assieme ai vostri figli, passeggiate con loro e soprattutto giocate, giocate, giocate.
Non ci sono più scuse, i malanni dell’inverno, le influenze e il freddo fanno spazio alla primavera e adesso i bambini sono chiamati a sperimentare e a mettersi in gioco, nel vero senso del termine, per cui largo a lunghe passeggiate, plaid sui prati, fiori e parchi. Socializzare in maniera sana e naturale, poi, è fondamentale!
Per i bambini dai quattro anni in su, giocare all’aria aperta sarà un diversivo eccezionale ai videogames, alla televisione e a tutti i giochi inseparabili che possiedono, per questa ragione, spazio alla fantasia: palloni, corse sfrenate, biciclette e ancora campana, un-due-tre-stella, i quattro cantoni, guardie e ladri, nascondino, girotondo, mosca cieca e strega comanda colore, solo per citarne alcuni. Non manca poi la sana competizione, ovviamente intesa nel senso più nobile del termine, la competizione che invoglia alla sfida e a migliorarsi costantemente. Via dunque a giochi come acchiappabandiera, palla avvelenata, schiaccia-sette, il telefono senza fili, la caccia al tesoro a squadre, ma in questo caso il numero abbastanza elevato dei partecipanti diventa fondamentale e il gruppo deve essere per giunta ben organizzato, quando non addirittura “diretto” da un adulto che faccia da arbitro e mediatore.
La cosa fondamentale da fare, però, sarà rendere i momenti di gioco e svago all’aria aperta naturali e non calcolati, far sì che possano essere un momento di evasione e non una delle tante attività “studiate a tavolino” che praticano ogni giorno. Fate sì che la routine non intacchi queste gioie e questi momenti importanti per i vostri figli.

[Fonte: Lastampa.it – Foto by Beaukiss Steve on Flickr.com]