Infortuni alla mano dei bambini: come prevenirli
Giu201312

Sono infortuni banali, infortuni che possono accadere con una felicità incredibili. Riportare traumi alla mano è all’ordine del giorno per i bambini: si cade al parco oppure mentre si fa educazione fisica a scuola. Si scivola per sbaglio, oppure ci si ferisce con un compasso mentre si fanno i compiti: il risultato è il medesimo, in un anno oltre 30mila bambini vengono feriti alle mani e ricoverati addirittura in ospedale. Questi i dati riportati da Siniaca, il “Sistema informativo nazionale sugli incidenti in ambiente di civile abitazione” dell’Istituto Superiore di Sanità, e le informazioni sulle schede di dimissioni ospedaliere che arrivano al Ministero della Salute.
Attraverso le parole di Alessio Pitidis, direttore del reparto Ambiente e traumi dell’Istituto superiore di sanità e responsabile del Siniaca, il “Gruppo di studio per la prevenzione degli infortuni alla mano” della Società italiana di chirurgia della mano fa sapere: “I traumi alla mano più frequenti sono dovuti a ustioni, cadute, ferite da taglio e schiacciamenti. Gli esiti possono essere anche gravi: la perdita della funzionalità di una mano o di un dito comporta una riduzione delle abilità, con possibili conseguenze su un lavoro futuro e sulle relazioni sociali”.
Sicm, ha avviato inoltre la Campagna nazionale di prevenzione Mani sicure, che durerà tre anni, il cui slogan è: “Un bambino deve sapere dove il diavolo mette la coda”. Ecco come si può prevenire e come si articola la campagna: “Coinvolge gli stessi bambini, le famiglie, gli insegnanti in un percorso di responsabilizzazione. Le informazioni fornite aiutano a individuare i fattori di rischio e a prevenirli”.
Inoltre da settembre nelle scuole verrà diffuso un opuscolo dedicato ai bambini “Colora e impara a riconoscere i pericoli”, un opuscolo che, come spiega Andrea Leti Acciaro del Policlinico di Modena e coordinatore del Gruppo di prevenzione per gli infortuni alla mano della Sicm, occorre per: “Aiutare i bambini a percepire, attraverso i disegni, le insidie più comuni in cui potrebbe incorrere a casa o a scuola, mentre giocano o fanno sport. Un altro opuscolo, pensato per gli adulti, è una sorta di vademecum sui principali pericoli per le mani, con i consigli per evitarli e gli interventi giusti da adottare se il piccolo si fa male”.

[Fonte: Corriere.it – Foto by cwillbounds on Flickr.com]