È il momento del bagnetto. Ecco qualche utile consiglio
Feb201313

Tante neo-mamme appena tornate a casa dall’ospedale con il loro bebè sono alle prese con tante novità (come è normale che sia) che riguardano la vita quotidiana del bambino: l’allattamento, la nanna, i pannolini e l’igiene. A proposito di igiene, tanti sono i dubbi e le domande delle neo-mamme relativamente al bagnetto ed è per questo che qui proviamo a darvi qualche utile consiglio.
QUANDO IL PRIMO BAGNETTO?: In genere si consiglia di attendere che cada l’ultimo pezzetto di cordone ombelicale. Non perché influisca in qualche modo, ma perché, restando asciutto, si secca più rapidamente. Fino a quel momento potete lavarlo con un panno umido “a pezzi”.
FREQUENZA: Se il bambino ama stare in acqua, potrebbe diventare anche un momento di coccole quotidiane, altrimenti – se piange o è infastidito – è sufficiente una o due volte la settimana; però cercate di capire cosa lo disturba. Potrebbe essere la temperatura dell’acqua o come lo maneggiate.
TEMPERATURA: Ha un ruolo centrale. Quella esterna non deve essere troppo calda, onde evitare sbalzi di temperatura. 22 gradi sono più che sufficienti. L’acqua invece deve avere una temperatura intorno ai 36 gradi. Fate il classico test immergendo il gomito.
VASCA O VASCHETTA?: Per i più piccoli consigliamo una vaschetta, comoda sia per la mamma sia per il bambino. Riempitela per metà e posizionatela in un punto che vi permette di stare in piedi o comunque di non piegarvi troppo. La vasca grande potrebbe essere un po’ dispersiva per il piccolo e richiedere un maggiore controllo quando lo maneggiate. Certo che una volta ogni tanto un bagnetto nella vasca insieme alla mamma, potrebbe diventare un piacevole appuntamento per il bambino. Occhio però: fatelo quando in casa c’è l’altro genitore, perché avrete bisogno di un aiuto per uscire dalla vasca!
DETERGENTI: La pelle dei bambini piccoli è molto delicata, quindi adoperate detergenti oleosi e di origine naturale: qualche goccia di olio di mandorle o dell’amido di riso andranno benissimo; oppure un detergente (ovviamente apposito per neonati, ultra-delicato) solo una o due volte a settimana.
ACCORTEZZE: Sono sufficienti tra i cinque e i dieci minuti di bagnetto. Lavate il bambino delicatamente con le mani tenendolo sdraiato in modo che la testa e le spalle siano appoggiate sul vostro braccio: in questa maniera si sentirà saldo e voi avrete una mano libera per lavarlo. Ricordate di avere a portata di mano tutto ciò che vi occorre per rivestirlo. Quando lo tirate fuori dall’acqua, stendetelo su un asciugamano che avrete precedentemente aperto e asciugatelo tamponando e NON sfregando.
ORARIO: Non c’è un orario preciso o consigliato, visto che ogni bimbo ha le proprie abitudini. La sera potrebbe essere un momento favorevole: il bimbo si rilassa un po’ prima della nanna. N.B.: evitate il bagno subito dopo la pappa.

[Fonte: Lastampa.it – Foto: by reverbca – Flickr.com]