Famiglia Trinchese
Lug201008

Membri della famiglia:

GIOVANNI, 41 anni, medico di laboratorio analisi.
CHIARA, 32 anni, casalinga.
ANTONIO, 6 anni
ANDREA, 4 anni
FRANCESCO PIO, 7 mesi

Caratteristiche:

Le filosofie educative di mamma Chiara e papà Giovanni non potrebbero essere più diverse di così: per nulla paziente, severissimo, puntiglioso, esigente e dalla sculacciata facile il papà; dolce, sensibile remissiva ed accondiscendente la mamma (anche se ogni tanto, esasperata dalle continue monellerie dei bambini, urla -a vuoto- anche lei).
Chiara ammette di essere arrivata ad un punto in cui non è più sicura di quale possa essere la strategia educativa più appropriata. Se da un lato non condivide affatto l’approccio del marito, dall’altro riconosce che Andrea e soprattutto Antonio li mettono continuamente alla prova: urla, capricci, scenate per andare a letto o stare a tavola per più di due minuti, litigi quotidiani tra di loro con tanto di botte…
Il più delle volte a subire i rimproveri di Giovanni è Antonio, con il quale il papà ha per sua stessa ammissione un rapporto piuttosto conflittuale e che lo porta ad essere anche prevenuto nei confronti del bambino. Questo suscita in Antonio un fortissimo senso di gelosia verso Andrea, manifestato non solo con i comportamenti agiti, ma spesso anche a parole (“volete bene solo a lui”, “ve la prendete sempre con me”…).
Nonostante Chiara e Giovanni cerchino di trovare un punto di incontro tra le loro diverse linee educative, rimangono sistematicamente ad un punto morto, dal momento che nessuno dei due sembra recedere, nei fatti, dalle proprie posizioni.